Noleggiare una sala di videoconferenza oggi non è più una scelta obbligata per chi ha bisogno di svolgere riunioni a distanza, anche saltuariamente. Anche la videoconferenza, infatti, fa ormai parte dei servizi disponibili sul cloud. Questo significa, come vedremo nel seguito, che per fare riunioni professionali in videoconferenza non è più necessario utilizzare costose piattaforme di servizio, apparati e sale attrezzate. Oggi si possono fare videoconferenze di alta qualità praticamente ovunque e in qualsiasi momento, direttamente via Internet. Invece di affittare un sala di videoconferenza, si possono usare personal computer, tablet e smartphone, in modo semplice e immediato, attraverso il browser o un’app gratuita.

Se vuoi saperne di più su cosa è e come funziona la videoconferenza in cloud, ti invitiamo a leggere la nostra guida ABC della Videoconferenza Cloud.

Gli apparati da sala in protocollo H.323 e SIP

Molte persone pensano che sia necessario noleggiare una sala di videoconferenza perché, fino a pochi anni fa, le videoconferenze di qualità professionale si potevano fare solo in sale riunioni attrezzate con appositi apparati (detti Codec, Endpoint o Room System) che utilizzano i protocolli di comunicazione H.323 o SIP. Questi apparati sono composti (nella configurazione più semplice) da una unità centrale per la codifica/decodifica dei flussi audio e video, una telecamera brandeggiabile e un microfono da tavolo. I protocolli H.323 e SIP sono degli standard a livello mondiale e permettono agli apparati di videoconferenza di comunicare tra loro indipendentemente dalla marca e dal modello.

Serve ancora affittare una sala di videoconferenza con apparati H.323/SIP?

Come già detto, oggi si può fare una videoconferenza di livello professionale anche tramite PC, tablet e smartphone. I progressi tecnologici che hanno reso possibile questo grande salto di qualità li possiamo sperimentare nei dispositivi che usiamo quotidianamente:

  1. collegamenti Internet (fissi e mobili) con prestazioni sempre migliori
  2. algoritmi di codifica/decodifica dei flussi multimediali sempre più efficienti
  3. PC, tablet e smartphone sempre più potenti
  4. disponibilità di accessori audio e video per PC di alta qualità e prezzi contenuti

Inoltre, la disponibilità dei protocolli H.323 e SIP anche in formato software permette il collegamento, tramite app, tra i PC e gli apparati da sala. Quindi, a differenza del recente passato, anche chi utilizza un PC, un tablet o uno smartphone può collegarsi in videoconferenza con apparati da sala H.323/SIP. Dunque, invece di noleggiare una sala di videoconferenza, si può attrezzare una sala in qualsiasi ufficio e con pochissima spesa, utilizzando un buon PC, una webcam e uno speakerphone.

Per l’uso occasionale serve ancora noleggiare una sala di videoconferenza?

Per le piccole aziende o gli studi professionali, la videoconferenza viene utilizzata solo occasionalmente, quando far spostare fisicamente le persone farebbe perdere troppo tempo o costerebbe troppo denaro. Quindi, anche se non è più necessario acquistare piattaforme e apparati, alcuni pensano che non valga la pena sottoscrivere un abbonamento al servizio di videoconferenza se lo si userà saltuariamente. A parte il fatto che il costo di un abbonamento annuale è minimo, oggi ci sono formule pay-per-use che permettono di u