Oggi c’è una pluralità di dispositivi per videoconferenza a disposizione degli utenti. Dai sistemi per le sale riunioni agli smartphone, in questo articolo esaminiamo i criteri per scegliere i dispositivi più adatti in base ai diversi contesti operativi.

Innanzi tutto bisogna avere un servizio di videoconferenza

Non tutti i servizi di videoconferenza possono essere utilizzati con qualsiasi dispositivo. Molti servizi sono nati solo per i personal computer e non supportano i protocolli standard H.323/SIP necessari per collegare i sistemi professionali da sala. Altri non supportano il collegamento telefonico in solo audio.

Per non correre il rischio di lasciar fuori qualche apparato dalle riunioni virtuali, conviene scegliere un servizio compatibile con tutti i dispositivi per videoconferenza presenti sul mercato.

Chi non dispone già di un servizio di videoconferenza non deve necessariamente sottoscrivere un abbonamento. Oggi, infatti, si può organizzare una videoconferenza professionale in pochi minuti con HDC VIDEO, il nostro servizio in cloud che garantisce alta qualità, facilità di utilizzo e prezzi economici.

Non occorre registrare un account e si può acquistare anche solo 1 ora di videoconferenza.

E’ facilissimo:

  1. si sceglie la formula più adatta alle proprie esigenze
  2. si acquista online
  3. in pochi minuti si ricevono le credenziali via mail e si è pronti per la videoconferenza

Prima di acquistare, si può richiedere una prova gratuita.

A chi non hai mai usato la videoconferenza in cloud e desidera sapere come funziona, consigliamo di leggere la guida.