Unified Communication: Mitel acquisisce Polycom

Una grossa novità nel settore della Unified Communication: dopo molti mesi di indiscrezioni Mitel, fornitore di soluzioni e prodotti per la telefonia e per le comunicazioni unificate, ha annunciato l’intenzione di acquisire Polycom, leader mondiale nella produzione di apparati per la videoconferenza professionale.

Cosa è la Unified Communication

Con il termine Unified Communication (comunicazione unificata o brevemente UC) si intende l’integrazione di servizi di comunicazione diversi, ad esempio: telefonia, videoconferenza, chat, posta elettronica. Non si tratta quindi di una singola tecnologia ma di un insieme di più tecnologie che possono essere utilizzate con dispositivi diversi attraverso un’unica interfaccia comune.

Chi è Mitel

Mitel è uno dei giganti a livello mondiale nel mercato della Unified Communication insieme a Cisco, Microsoft e Avaya.

Chi è Polycom

Polycom ha iniziato la sua attività nel 1990 come produttore di apparati per le conference call ed è cresciuta fino a diventare il brand più noto a livello mondiale per i sistemi di videoconferenza H.323/SIP.

L’accordo

L’affare dovrebbe chiudersi nel terzo trimestre di quest’anno. Polycom manterrà il suo marchio e la sua sede di San Jose e opererà sul mercato come divisione indipendente all’interno di Mitel. Due membri del consiglio d’amministrazione di Polycom entreranno in quello di Mitel ma non ci sono ancora notizie sullo staff direzionale di Polycom. Dopo la fusione Mitel conterà circa 7.700 dipendenti e una previsione di risultato annuale di circa 2.5 miliardi di dollari . Grazie all’acquisizione di Polycom, Mitel prevede un aumento di valore delle azioni nel 2017.

Cosa pensano gli analisti

Gli analisti del settore Unified Communication sono cauti: pur riconoscendo alcuni vantaggi intrinseci di consolidamento, si chiedono se sarà possibile mantenere nel lungo termine gli attuali punti di forza di Polycom dopo l’acquisizione da parte di Mitel. Ci sono alcune potenziali sinergie in questo affare ma anche molti rischi. Il più grande rischio a breve termine sarebbe la perdita dei ricavi nel settore telefonia per le linee di prodotti Skype e Open SIP. In aggiunta, ogni fusione o acquisizione è associata a rischi di perdita di focalizzazione sul business, di complicazioni organizzative, di spostamenti di persone, di riallineamento e riqualificazione della forza vendita diretta e indiretta. La mossa dell’acquisizione sembra essere stata dettata dalla necessità di competere con il gigante Cisco sul mercato mondiale della Unified Communication. Tuttavia, pur essendo Mitel e Polycom dei grandi player internazionali, resta tutto da dimostrare che per la loro fusione valga il detto “l’unione fa la forza”.


PROVA GRATIS I NOSTRI SERVIZI DI VIDEOCONFERENZA PROFESSIONALE
Se desideri conoscere la nostra offerta di servizi di videoconferenza cloud ed effettuare una prova gratis e senza alcun impegno d’acquisto, compila il modulo di richiesta prova gratuita e sarai ricontattato al più presto.
2018-10-06T18:57:25+00:00